PIETRO MELCHIORRE FERRARI: PITTORE DEL 700

Pietro Melchiorre Ferrari nativo di Sissa e vissuto dal 1735 al 1787, operante nell'area della Parma dell' "et dei lumi" e dei Principi Carlo e Filippo Borbone.
Pietro Melchiorre Ferrari,  figlio di un pittore, noto soprattutto per i suoi quadri sacri. Allievo dapprima a Parma di Giuseppe Peroni, passa a Bologna alla scuola di Vittorio Bigari, per ritornare a Parma a frequentare l'Accademia, allievo di Giuseppe Baldrighi. Vincitore di concorsi alla Reale Accademia di Parma, si mette in luce, in modo particolare, con un soggetto storico "Seneca Svenato" ed uno religioso "Guarigione del paralitico" conservati nella Galleria Nazionale di Parma. Nella stessa galleria si conservano altre numerose tele.
Oltre ai soggetti religiosi, tra i quali si possono ricordare una "Sant'Anna" e una "Sacra Famiglia", fedeli alle tradizioni parmensi, il Ferrari ci ha lasciato notevoli ritratti come quelli del Frugoni, del Marchese Du Millot e del Duca Ferdinando.
Una sua tela conservata nella Chiesa di San Giovanni di Nizza Monferrato, recentemente restaurata, sicuramente attribuibile al Ferrari, la cui firma appare in un particolare del quadro e a tergo della tela, rappresenta la visione di Papa San Gregorio, dalla quale ebbe origine la pia pratica delle messe gregoriane.

Alcune tele dell'artista
Don Ferdinando di Borbone Luisa Elisabetta di Francia Lucrezia Agujlari

 

 

 

San Bernardo da Corleone